Confcommercio Siena
Skip Navigation LinksHome > News > News Anziani > Alla attenzione di tutti i pensionati: da quest’anno l’Inps non manda più a domicilio il CUD indispensabile per fare la dichiarazione dei redditi

Alla attenzione di tutti i pensionati: da quest’anno l’Inps non manda più a domicilio il CUD indispensabile per fare la dichiarazione dei redditi

Data: 12/03/2013
| Italia
Image
Confcommercio e 50 & Più Enasco mettono a disposizione dei pensionati i loro uffici per la stampa del CUD. Ricordarsi di portare sempre un documento di identità non scaduto

INPS: DAL 2013 NON SARA’ PIU’ INVIATO A DOMICILIO IL MODELLO CUD PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Da quest’anno l’Inps non invierà più a domicilio la Certificazione Unica dei Redditi (Cud) per adempiere agli obblighi fiscali; non sarà inviato neppure il modello Obis M dove vengono elencate e analizzate le voci che compongono l’assegno vitalizio. Questa la novità dall’Inps per milioni di pensionati, ancora una volta penalizzati e chiamati nuovamente in causa per rimettere in sesto il bilancio statale. Infatti, la fonte di tale perentorio cambiamento deriva dalla Legge di Stabilità (Art.1 comma 114).

I pensionati possono ottenere il Cud:

-a domicilio richiedendolo telefonicamente al Numero Verde (800.43.43.20);

-presso gli uffici postali “Sportello amico” al costo di € 3,27;

-presso gli sportelli locali dell’Inps;

-richiedendolo a un Centro di Assistenza Fiscale.

Per venire incontro alle esigenze dei pensionati 50&Più Enasco ha deciso di mettere a disposizione di tutti, i propri uffici per la stampa del modello CUD.

Per maggiori informazioni rivolgersi a 50&Più Enasco Banchi di Sopra 31 Galleria Odeon Siena