Confcommercio Siena
Skip Navigation LinksHome > News > News Turismo > Nuovo limite Deroga alle limitazioni nell’uso del contante per gli stranieri

Nuovo limite Deroga alle limitazioni nell’uso del contante per gli stranieri

Data: 08/05/2012
| Italia
Image
Gli stranieri possono spendere fino a 15mila euro

In data 28 aprile è stata pubblicata in G.U. la Legge 26 aprile 2012 n. 44 che ha convertito con modificazioni il D.L. 2 marzo 2012 n. 16, “decreto semplificazioni fiscali”.

Tra i provvedimenti entrati in vigore il 29 aprile vi segnalo la modifica concernente la deroga sull’uso di denaro contante. Il nuovo limite è stato fissato in 15 mila euro. Tale importo è il massimo consentito – in deroga al limite dei 1.000 euro (articolo 49, comma 1, D.lgs. 231/2007) – per i pagamenti in contanti effettuabili per acquisti di beni e di prestazioni di servizi legati al turismo presso le imprese italiane dalle persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana e comunque diversa da quella di uno dei paesi UE, ovvero dello Spazio economico europeo, che abbiano residenza fuori dal territorio dello Stato a condizione che il cedente del bene o il prestatore del servizio:

  • acquisisca fotocopia del passaporto del cessionario o committente, nonché apposita autocertificazione attestante che quest’ultimo non è cittadino italiano, né cittadino di uno dei paesi UE e che ha residenza fuori del territorio dello Stato (facsimile allegato)    
  • versi nel primo giorno feriale successivo a quello di effettuazione dell’operazione il denaro incassato in un conto corrente ad esso intestato presso un operatore finanziario e consegni all’operatore stesso fotocopia del documento d’identità del cliente e della fattura o ricevuta fiscale /scontrino emesso.

I contribuenti che intendono fruire di questa deroga devono effettuare apposita comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate secondo le modalità e i termini già stabiliti con il provvedimento prot. 45160/2012 del Direttore dell’Agenzia Entrate. Dovranno, inoltre, comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni di importo unitario non inferiore ad euro 1.000, effettuate dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto (29 aprile), secondo modalità e termini che verranno stabiliti con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.In allegato i nuovi modelli per l’autocertificazione.


nuovomodelloautocertificazioneclientiInglese.pdf
nuovomodelloautocertificazioneclierntiITA.pdf