Confcommercio Siena
Skip Navigation LinksHome > News > News Commercio > Capodanno: Disponibili ad un contributo economico

Capodanno: Disponibili ad un contributo economico

Data: 19/09/2012
| Siena
Image
Riccardo Ghini, presidente del Consorzio Siena Promuove, interviene sui temi legati alle festività di fine anno “Bene la propositività che si raccoglie in questi giorni. Non ci dimentichiamo di Siena Promuove che ha svolto in questi anni un ruolo determinante

“Per l’organizzazione degli eventi del 2013, Siena Promuove c’è, come sempre, in qualità di soggetto deputato alla promozione del Centro Commerciale Naturale. Tutto questo per l’allestimento delle luminarie così come per dare il contributo alla realizzazione del calendario degli eventi di fine anno. E Siena Promuove è presente ora, tanto più in una stagione come questa, con un ruolo propositivo”.

Così Riccardo Ghini, presidente del Consorzio Siena Promuove, interviene in merito agli eventi per le festività 2012.

“Ci chiediamo però il perché in questi giorni, nei vari interventi, nessuno ha ricordato il ruolo di Siena Promuove – dice Ghini – Siena Promuove è nato, ed è composto, proprio dalle associazioni di categoria con il sostegno del Comune e della Camera di Commercio. Il Consorzio ha svolto fin dalla sua costituzione un ruolo fattivo, magari poco pubblicizzato, ma molto concreto a fianco delle amministrazioni comunali che si sono succedute”.

Braccialetti delle Contrade“Per quanto riguarda i braccialetti delle Contrade, è auspicabile una decisione in senso positivo – afferma Ghini - Siena Promuove è disponibile a cofinanziare la presenza dei braccialetti delle Contrade, raccogliendo un contributo tra i commercianti che può appunto essere destinato alle Contrade per coprire gli eventuali costi”

“Il fatto che da molte parti della città emerga una richiesta per la presenza dei braccialetti indica una condivisione che potrebbe aprire la strada ad un esito positivo – aggiunge Ghini - Già con l’amministrazione Cenni e poi con quella Ceccuzzi avevamo avanzato l’ipotesi di impiegare i braccialetti delle Contrade facendo poi tutti i passi amministrativi necessari. In entrambi i casi, come sappiamo, le risposte sono state negative anche perché non abbiamomai avuto la possibilità di chiarire bene tutti i termini della richiesta. La speranza è davvero che quest’anno il mondo contradaiolo sappia fare propri gli stimoli che vengono da così tante parti. Il Natale è di tutta la città e l’impiego di elementi unici come sono i braccialetti non può che essere positivo per l’immagine di Siena e delle Contrade”

Albero di Natale in Contrada“Le 17 consorelle, inoltre, come parti integranti del tessuto cittadino, possono contribuire, come già gli scorsi anni, alla costruzione di un calendario con le tante iniziative che vengono da loro organizzate. Ogni Contrada si può fare promotrice di un albero di Natale nel proprio rione. Alberi che possono essere inseriti in un percorso alla scoperta dei rioni e dunque di tutta Siena”.

Eventi diffusiin città. “Tutto questo insieme ad una serie diffusi in città, musica e danza, su cui siamo certi non mancherà la partecipazione e il contributo fattivo delle tante associazioni cittadine – conclude Ghini - Il primo passo è dunque quello di riunire tutti, raccogliere la disponibilità dei diversi soggetti per mettere a frutto il lavoro e trasformarlo in un calendario concreto”

Cabina di regia. “Se vogliamo costruire qualcosa di concreto per gli eventi del Capodanno è importante che ci sia un soggetto che tira le fila, un luogo dove tutti i soggetti del territorio possono ritrovarsi, dove confrontarsi e fare scelte per la città. Un luogo che non può che essere il Comune”.

Coordinamento del Comune “L’input per la promozione degli eventi legati al Natale e al Capodanno, così come per tutta la stagione festiva a partire da inizio di dicembre, non può che venire dall’amministrazione – osserva Ghini – Siena Promuove si aggiunge a chi ha già invitato il Commissario Prefettizio a convocare da subito un tavolo e svolgere una funzione di regia”

 “Solo facendo così si possono definire al meglio le possibilità organizzative, vagliando le proposte e definendo cosa le diverse associazioni, che si sono proposte anche in questi giorni sui giornali, possono fare, quale contributo portare, quali iniziative svolgere, sulla base di quale budget”.