• Email
    info@confcommercio.siena.it
  • Telefono
    0577 248811
  • Dove Siamo
    Str. di Cerchiaia, 26 - Siena

 

E’ diventata legge la proposta Anselmi che mette in sicurezza le imprese del settore ambulante.

Dal 20 Aprile, data in cui è entrata in vigore la modifica al Codice Regionale del Commercio, viene ripristinato il rinnovo tacito della concessione del posteggio, al momento della scadenza e purché sia sempre attiva come impresa, colmando i vuoti normativi lasciati dall’ultima Legge di Bilancio, con la quale il Governo aveva escluso gli ambulanti dall’ambito di applicazione della direttiva europea sulla libera circolazione dei servizi. Il presidente di FIVA Toscana Rodolfo Raffaelli, “la Toscana prima in Italia a mettere mano alla questione, sia d’esempio alle altre Regioni”.

Viene inoltre stabilito che la concessione per il posteggio abbia una durata pari a 12 anni, rinnovabile poi tacitamente, se l’impresa è sempre attiva.

“Con grande coraggio e forte senso della realtà la Regione Toscana fa da apripista in Italia per risolvere una volta per tutte la questione Bolkestein, tutelando gli operatori del commercio ambulante”. Rodolfo Raffaelli, presidente della Fiva-Confcommercio Toscana, la federazione a cui aderiscono i venditori su aree pubbliche, plaude con convinzione alla riforma del Codice del Commercio nata da una proposta del presidente della Seconda Commissione consiliare Gianni Anselmi e approvata in via definitiva il 10 Aprile.

“Quella approvata dal consiglio regionale è una riforma che mette finalmente in sicurezza 13.500 imprese toscane, ferme da troppi anni sotto la spada di Damocle della direttiva europea”, sottolinea il presidente Rodolfo Raffaelli, “senza certezze sul futuro, appeso al filo della scadenza delle concessioni, quasi più nessuno faceva investimenti per crescere o innovare”.

Per informazioni:

Elena Lapadula: 0577.248856 – elapadula@confcommercio.siena.it